veronicamaltoni_sept16-327 

Non è facile spiegare e ancora più facile è venire fraintesi. Se chiedi in giro alle persone che sono tornate a scattare a pellicola, ti diranno che lo fanno perché la foto diventa REALE, che sviluppa un’ ANIMA. La fotografia digitale per me da autodidatta è stato ciò che mi ha portato così lontano, mi ha permesso di fare errori – e ce ne sono stati tanti- e di comprendere bene il meccanismo nella maniera più economica. E’ successo che 7 anni fa ho scoperto che in giro c’erano ancora fotografi che usavano i rullini e i risultati erano sbalorditivi. I colori, la granatura, la ricchezza delle ombre e delle luci, lo sfuocato..e ho scoperto che esistevano dei filtri per lightroom che potevano emulare questo tipo di risultato. Sono andata avanti così per anni, guardavo il risultato finale della foto ritoccata e la vedevo appena sufficiente. Non mi sentivo emozionata, ma soprattutto non mi sentivo una vera fotografa. Feci poi il passo dell’ acquisto della miglior macchina analogica al mondo e per un paio di volte ho provato a rivenderla perché scattare a rullino è tutta un’ altra cosa..è costoso, mi da un bassissimo margine d’errore ed è una responsabilità non da poco! Non puoi semplicemente guardare nel display posto sul retro e non puoi sprecare scatti perché sono soldi.. 

MA 

mentre parlavo con un collega, mi ha spronato a provare un’ ultima volta.. e l’ ho fatto per bene, super concentrata in quello che stavo facendo, guardavo nel mirino e controllavo che tutto fosse perfetto e non ci fosse nessun elemento di disturbo. Ho scattato 88 foto per una sessione boudoir e ne ho tenute 86 (in digitale ne scattavo abitualmente 200 per tenerne 70). Il risultato mi fece completamente innamorare. I colori erano ricchi e la tonalità della pelle erano fantastiche, ma soprattutto era REALE. Ho iniziato a studiare come una matta, ho comprato un corso strepitoso e improvvisamente ho sentito tutte le emozioni che provavo quando ho cominciato nel 2009. Dopo quasi 10 anni, ho trovato la mia strada in questo settore che mi fa sentire soddisfatta e orgogliosa di ciò che consegno. Ora che le macchine digitali sono ovunque e fare il fotografo ora è la cosa del momento, ho sentito l’ urgenza di differenziarmi. Di essere una vera fotografa. I miei nuovi clienti sono felici e cosa c’è meglio di questo?

It’s not easy to explain and much easier it is to be misunderstood. If you ask around to people who shoot film, they’ll tell you that the photo becomes REAL, that develops a SOUL. Digital photography to me was what it got me this far, it let me made mistakes in a really cheap way, and as an autodidact, believe me there were many of them. It happened that 7 years ago, I found out that there was still photographers who shot film, and my goodness was it beautiful. Colors, grains, richness of shadows and highlights, depth of field to die for, and discovered that there were filters that could emulate these kind of results. It went on for a few years, always looking at the photo with final retouches and feel ok. I wasn’t thriving and mostly I wasn’t feeling like a real photographer. I had the best camera in the world in my hands, and I tried to sell it twice, because shooting film it’s totally a different thing, it’s expensive, it gives me just a really low mistake margin, and it’s a hell of a responsibility! You don’t get to look at the back of the camera and you can’t waist shots..

BUT

while talking to a colleague, he pushed me to try one more time..and I found myself completely focused on what I was doing, looking in the viewfinder to control if everything was perfect, shoot 88 photos for a boudoir session and the good ones were 86 (in digital I used to shoot 200 images to keep 70). I absolutely loved the results the colors were rich and the skin tones amazing, and it was REAL. I started studying like crazy, bought an amazing workshop and I suddenly fell all the emotions I was feeling when I first started in 2009. After almost 10 years, I found my path in this industry that makes me feel satisfied, and proud of what I deliver. Now that digital cameras are everywhere, and being a photographer is the new cool thing to do, I felt the urge for me as a person and as a professionist to differentiate myself. To be a real photographer. My new clients are really happy, and what’s seriously better than that?


WHAT INSPIRES ME

Mediterranean life,

light, colours, the smell of rosemary and lavender,

the olive green and an untreated white.

A cotton sheet, and the smell of fresh linen,

the transparent sea water, a dry hot summer day,

Sardinia and the smell of its ground and its mirth.

Some good hot coffee in the morning, a soft sweatshirt, a hug and a whispered word.

Quiet scene, images, my baby laughing.

A precious ring and my grandmother’ stories.

A long desired kiss and two people grazing.


veronicamaltoni_sept16-316

 

QUANTE FOTO RICEVIAMO? E COME? Ai matrimoni io scatto a pellicola, mentre il mio assistente scatta in digitale, così per scaramanzia. Entrambi teniamo alla qualità più che alla quantità, quindi in un matrimonio di durata normale, consegnamo intorno alle 500 foto che riceverai come files digitale (le digitali + i rullini che verranno sviluppati e scansionati da un laboratorio apposta in Spagna) e dato che credo nel fatto di ritornare a stampare, anche la versione stampata. HOW MANY PHOTOS ARE WE GETTING? AND HOW? At weddings I shoot film, while my assistant shoots digital, just for the sake of it. We both strive for quality, not quantity, so in a normal wedding, they will be around 500 and you’ll receive them both as a digital file on your private online gallery, plus, since I feel like we should be printing more, the printed version of them.

CORREGGI TUTTE LE FOTO? Si, le foto sono corrette tutte da me e dal laboratorio. Loro mi mandano i rullini sviluppati e scansionati come file digitale, e io gli applico una sistemata finale. DO YOU EDIT ALL IMAGES? Yes, all edited by me and the lab. The lab will send me film images developed and scanned, so in a digital file, and i’ll give them final retouches.

SEI DISPONIBILE A VIAGGIARE PER MATRIMONI O ALTRE SESSIONI? Certo! Sia che siano matrimoni, sessioni boudoir o altre, sarei felice di poterti raggiungere! DO YOU TRAVEL FOR WEDDINGS AND PORTRAITS? Sure, Weather it’s weddings, boudoir or portrait session, I’ll be happy to reach you!

QUANDO RICEVEREMO LE FOTO? Per i matrimoni siamo attorno alle 8 settimane, per le altre sessioni, 4. E per gli album dipende dalla stagione.   WHEN WILL WE GET OUR PHOTOS? For weddings it will be around 8 weeks, for portraits 4 weeks. And for albums it depends on the season.

QUALI SONO I TUOI PREZZI? Mandami una mail o compila il form nella pagina contatti. Ti manderò un link con tutte le descrizioni dei miei pacchetti. WHAT ARE YOUR PRICES? Write me an email or fill out the form. I’ll send you the external link with the description for all my prices.

POSSIAMO AVERE TE AL NOSTRO MATRIMONIO INTIMO SOLO PER UN PAIO DI ORE? Assolutamente! Ho creato diversi pacchetti, ma mandami una mail che descriva come hai pianificato il giorno e posso fare qualcosa su misura per te!  CAN WE HAVE YOU AT OUR INTIMATE WEDDING JUST FOR A FEW HOURS? Big yes! I created different packages, but write me an email with how you’ve planned the day, and I can taylor something out for you!

CHE TIPO DI CAMERA USI ? Mi sono innamorata della fotografia a pellicola e crea dipendenza! Quindi nel mio zaino c’è una Contax 645, una 35mm analogica e la mia CANON digitale che uso durante il ricevimento la sera, durante la cerimonia se si svolge in chiese buie e in tutti quei momenti dove non c’è a sufficienza luce naturale.  WHAT KIND OF CAMERA DO YOU USE? I fell in love with shooting film and it’s addictive!! So, in my bag there’s a medium format camera CONTAX 645, a 35mm analogue camera and my digital CANON that I mostly use it to shoot in the evening at the reception or for the ceremony if it’s held in a dark church and in all those moments when there’s not enough natural light.